fbpx

Come ti pulisco… I condizionatori

Come ti pulisco… I condizionatori

I condizionatori sono ormai presenti in quasi tutti gli ambienti di lavoro e in moltissime case. Quando le temperature si alzano questi elettrodomestici diventano alleati irrinunciabili per contrastare l’afa, quindi per lavorare, dormire e compiere diverse attività quotidiane al meglio.

Non solo all’inizio della stagione, ma più volte l’anno, dovrai preoccuparti della sanificazione e pulizia dei tuoi condizionatori. Igienizzare il filtro non basta, perché anche in base al modello di condizionatore dovrai adottare tutta una serie di precauzioni per garantire la sicurezza dei tuoi ambienti.

In questo articolo illustriamo le regole d’igiene basilari per un corretto utilizzo dei condizionatori, al fine di garantire la qualità dell’aria, anche in relazione alla diffusione di batteri e virus. Ecco tutto quello che c’è da sapere!

Condizionatori: l’importanza della pulizia regolare

Esistono diversi sistemi per proteggersi dal caldo. A volte basta semplicemente aprire le finestre, abbassare le tapparelle o accendere un tradizionale ventilatore, ma quando il caldo aumenta il climatizzatore si rivela il sistema più efficace e apprezzato per ottenere un refrigerio uniforme e in poco tempo.

Semplicemente avviando l’elettrodomestico, premendo l’apposito pulsante sul telecomando, avrai un ambiente fresco e piacevole da vivere. Tuttavia, non bisogna mai trascurare la manutenzione che garantirà un’aria salubre e meno consumi in bolletta.

Almeno due volte all’anno bisogna pulire accuratamente i condizionatori con i prodotti adeguati. In genere le operazioni di sanificazione vengono consigliate in primavera e nel mese di ottobre, cioè prima dell’estate e prima di passare all’accensione dei termosifoni.

Ricorda che la pulizia dei condizionatori diventa una priorità specialmente quando in casa sono presenti persone che soffrono di allergia, oltre che bambini e animali. Un filtro libero da polvere e sporco si traduce in aria pulita e contrasta anche la proliferazione di batteri.

Devi anche considerare che pulire regolarmente i condizionatori vuol dire prolungare il ciclo di vita dell’elettrodomestico, in quanto si eviteranno possibili blocchi e malfunzionamenti, con conseguente risparmio energetico.

Pulizia dei condizionatori: regole di base

Prima di cominciare con la pulizia del tuo condizionatore dovrai adottare alcune precauzioni, quindi proteggerti con guanti, camice e mascherina. Dovrai anche mettere in sicurezza l’elettrodomestico e staccare la spina di alimentazione.

A questo punto togli il coperchio esterno del condizionatore per rimuovere lo strato di polvere accumulato. Potrai velocizzare l’operazione utilizzando l’aspirapolvere e, per risultati perfetti, passando anche un panno in microfibra imbevuto di sgrassatore. Completa il trattamento con un germicida, insistendo maggiormente negli angoli, lungo le fessure e nella parte interna della scocca.

Ti consigliamo di usare prodotti naturali e rispettosi dell’ambiente. Quando non hai a disposizione detergenti professionali puoi sempre preparare in casa una soluzione molto efficace, completamente ecologica, a base di aceto e acqua calda.

In fase di pulizia presta la massima attenzione al filtro, cioè la parte del condizionatore in cui si annidano maggiormente sporco e batteri. Il tuo modello ha un filtro a carboni attivi? Allora in questo caso dovrai sostituire il componente con un ricambio nuovo ed eventualmente lavare con acqua calda i carboni attivi ancora in buono stato.

In caso di filtri tradizionali smontali delicatamente per evitare di romperli. Rimossa la polvere superficiale con un panno o l’aspirapolvere, esegui un lavaggio con acqua calda e appositi disinfettanti. Altrimenti prepara un detergente green a base di aceto bianco e bicarbonato, che ti consentirà anche di rimuovere gli strati di grasso e le incrostazioni. Finito il lavaggio non ti rimane che asciugare per bene il filtro all’aria aperta, evitando il contatto diretto con il sole, perché altrimenti le parti in plastica potrebbero deformarsi e danneggiarsi.

Una pulizia accurata prevede anche l’intervento sulle bocchette, sia di emissione che quelle esterne. Quest’ultime sono in genere le più sporche perché raccolgono polveri, smog e pollini. L’utilizzo di un panno umido imbevuto di detergenti specifici ti permetterà di rendere brillanti le bocchette. Ultimata la pulizia e montato il filtro, prova ad accendere il condizionatore e verifica che tutto funzioni per bene. Accertati anche che l’aria esca in modo uniforme.

Condizionatore: regole d’uso

La pulizia dei condizionatori è strettamente legata al loro corretto utilizzo. Solo in questo modo potrai ottenere il massimo comfort e un’aria davvero fresca e pulita all’interno della casa o del tuo ufficio.

Quotidianamente, anche più volte al giorno, non dimenticare di areare gli ambienti aprendo porte e finestre. Bastano un paio di minuti. Quando disponi di una sola finestra prolunga i tempi di areazione. Attenzione anche alla posizione degli split, che non devono mai rimanere dall’alto verso il basso e in direzione delle persone che sono presenti nella stanza. Controlla anche il tasso di umidità della stanza, che in estate dovrà mantenersi fra il 50% e il 70%, mentre nella stagione invernale potrà essere compreso fra il 40% e il 60%.

A fine stagione, quando non utilizzi il condizionatore o sei fuori casa per lunghi periodi, ricorda di proteggere l’unità esterna dell’elettrodomestico con un telo impermeabile, in modo da evitare accumulo di sporco e rendere la successiva pulizia ancora più veloce.

Altre raccomandazioni

La pulizia fai da te dei condizionatori non è molto complicata, ma richiede tempo e precauzioni, specie quando non si ha molta esperienza. Prima di usare qualsiasi prodotto ricordati di leggere le istruzioni, rispettando le indicazioni e le quantità che vengono consigliate dal produttore (ad esempio usando il tappo dosatore). Diluire e utilizzare un detergente in maniera errata non solo può portare a risultati poco soddisfacenti, ma alla fine riduce anche l’efficacia igienizzante del prodotto stesso.

Quando scegli disinfettanti e alcool etilico, affinché essi possano rimuovere davvero i germi e batteri, ricordati di rimuovere preventivamente gli strati di polvere e grasso. L’utilizzo ripetuto ed eccessivo potrà anche provocare irritazioni alle vie respiratorie, oltre che rendere maggiormente vulnerabili batteri e virus.

Ti consigliamo di preferire detersivi quanto più possibili ecologici, rispettosi dell’ambiente, privi di alcalini e allergeni. I prodotti dovranno anche essere senza profumazione perché il vero pulito non ha odore!

Pulizia professionale dei condizionatori

Quando in casa hai uno o al massimo due condizionatori puoi provare autonomamente a pulirli, ma questa operazione ti porterà via comunque del tempo e senza i prodotti specifici non sempre ottieni i risultati sperati.

La pulizia professionale dei condizionatori è sempre la strada da preferire quando gli elettrodomestici da sanificare sono tanti, ma soprattutto per avere la sicurezza di una completa igienizzazione. Il servizio viene eseguito solo da mani esperte, con tecniche, prodotti e macchinari all’avanguardia.

Noi di RB, impresa di pulizie ti offriamo una completa e profonda pulizia dei condizionatori installati in aree commerciali, uffici, negozi, aziende e abitazioni. Il servizio, che si svolge in tempi contenuti e a prezzi sempre concorrenziali, può essere richiesto su Mariano Comense, oltre che su tutta la provincia di Como, Milano e Monza Brianza.

Vuoi avere una pulizia del condizionatore con risultati impeccabili, senza sforzi e al giusto prezzo? Scopri subito i nostri servizi RB visitando il nostro sito https://www.rbservizi.net.

Continua a seguire il blog di RB: ogni settimana potrai scoprire curiosità, notizie, trucchi e consigli sul mondo della pulizia per rendere la tua casa o la tua azienda un posto immacolato, sotto tutti i punti di vista!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *